.
Annunci online

 
qualcosadiriformista 
per il governo e per il partito democratico
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aldo torchiaro
francesco ori
il nuovo blog di francesco costa
efisio de muru
Martina Alice De Carli
ANPPIA
ANPI
paolino madotto
Dalla parte delle riforme
rinascita nazionale
serena colonna
Chitifaitaliavotano
valentinopiglionica
30 anni: blog di un'amica indaffarata
Cavaliere errante
galatea
la battitura
sergio ragone
antonio cimadomo
la tribù!!!
Piccola patria
il pane e le rose
ds cinema blog e non solo
la germania con gli occhi di un italiano
gianni cuperlo
gianni pittella
piero lacorazza
mario adinolfi
ds macerata
renato armignacco
furseteo
simone silvi
blog per la margherita
il commentario
enzo amendola
federica mogherini
monti sibillini
andrea catena
titollo
luigi rossi
laura
galatea
  cerca


 

Questo blog aderisce a

 
 




Una esperienza da ripetere

http://feeds.feedburner.com/Qualcosadiriformista
Registra il tuo sito nei motori di ricerca


 

Diario | SMS PER DIRE NO | RUBRICA BLOG UNITA' |
 
Diario
1visite.

28 marzo 2007

Congresso DS: riflessione a latere

Sul dato politico del congresso avremo modo di ragionare. Prima c'è un aspetto su cui ci piace soffermarci.. il dato umano.
I congressi di sezione dimostrano come i DS siano una forza importante anche grazie alla capacità di tante piccole comunità umane, le sezioni appunto, in cui oltre alla dialettica politica, alle contrapposizioni tematiche et. etc. vivono rapporti tra persone, solidarietà umane, amicizie che durano anche una vita. Questa ricchezza è il patrimonio più bello di una cosa chiamata "Partito".




permalink | inviato da il 28/3/2007 alle 21:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

24 marzo 2007

Partito democratico, blog e partecipazione: un piccolo contributo di sezione

I Democratici di Sinistra si impegnano anche a dare cittadinanza politica a quanti, soprattutto più giovani, nella rete e nei suoi strumenti, primo tra tutti i blog, hanno trovato modi nuovi di partecipare alla politica.

Questo un passaggio dell'ordine del giorno che abbiamo presentato oggi con Serena al congresso di sezione. Un piccolo contributo, magari i grandi strateghi della politica diranno che questo modo di procedere è troppo riduttivo, ma ci piace credere che un partito sia una cosa utile alla società e che la militanza, anche nelle sezioni, serva alla democrazia.
Nota di colore. Sezione speciale la nostra, in cui segretaria, coordinatrice dell'unione, le due consigliere municipali sono tutte donne. Così abbiamo avuto il problema della quota azzurra per garantire la rappresentanza di genere :)




permalink | inviato da il 24/3/2007 alle 18:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa

23 marzo 2007

Domani congresso di sezione e vari appunti

1. Domani congresso di sezione.. con Serena presenteremo un odg in cui tra l'altro chiederemo di dare cittadinanza politica alle nuove forme di partecipazione politica, a partire dal blogging. E' solo il congresso di una piccola sezione di Roma, neanche tanto centrale, ma.. chissà!

2. Per chi ne ha voglia il confronto su socialismo europeo e il gioco rubato a Rawls (post precedente) continua..

3. Si accende il dibattito intorno alla proposta della Sg di concentrare le entrate fiscali per ridurre ulteriormente il debito pubblico: per chi vuole commentare la scelta è tra
titollo (contrario) sergio (favorevole, sul suo blog trovate anche la proposta ufficiale), oltre che sul blog del giornalista del sole 24ore che ha pubblicato la notizia e che sicuramente non è mai stato così letto a sinistra. Da ex-sg (ex per motivi di età) fa piacere vedere i giovani ds al centro del dibattito, per di più su un tema così spinoso. 

22 marzo 2007

PARAFRASANDO RAWLS. IL SOCIALISMO EUROPEO E IL FUTURO DELL'EUROPA.

Visto l’intenso dibattito (non sempre a proposito) sul socialismo europeo, proviamo a sviluppare qui e nei prossimi post una linea di ragionamento, quanto più possibile staccata dal contingente. Questo “primo tempo” lo dedicheremo ai meriti del socialismo europeo. Il “secondo tempo” parlerà dei suoi limiti. Infine, tra qualche giorno, proveremo a ragionare sul futuro prossimo.

PRIMO TEMPO: ESALTAZIONE DEL SOCIALISMO EUROPEO. UN GIOCO RAWLSIANO
Immagina di dover rinascere e di poter scegliere in quale posto del mondo farlo.
Immagina che questa scelta sia limitata solo a grandi posti: Stati Uniti, Cina, India, Russia, Iran, Europa. Immagina poi di non poter sapere in anticipo se rinascerai ricco/povero, uomo/donna e in quale famiglia (coppia sposata, ragazza madre, conviventi etc.).
Cosa sceglieresti?


UNA INTERPRETAZIONE
Non sapendo se nascerai ricco o povero, visto che ricchi si può star bene ovunque (alla peggio si cambierà paese nel corso della vita) il punto è: minimizzare i danni derivanti dal nascere povero.
Allora dovresti scegliere un posto in cui è più alta la protezione sociale, in cui maggiori sono le garanzie e le tutele, la coesione e la solidarietà sociale. Questo posto si chiama Unione Europea.
Se tutto ciò è possibile, lo dobbiamo ad una cosa chiamata socialismo europeo.
Per gli affezionati ai grafici, la situazione può essere schematizzata più o meno (un prof. di economia forse non approverebbe, ma questo blog non è di un prof. di economia) come nel grafico di cui sopra.

ADDENDUM EQUITA' 23/MARZO Oggi Il Sole 24ore pubblica stralci di una lettera del nuovo presidente della Sinistra giovanile, Roberto Speranza, in cui si chiede di non utilizzare il surplus di entrate per ridurre le tasse bensì per ridurre ulteriormente il debito pubblico, con beneficio per le giovani generazioni. Su http://blog.ilsole24ore.com/paolazzi.php è possibile discutere questa come altre proposte fiscali.

20 marzo 2007

Manifesto PD: un piccolo blog-successo

Una piccola soddisfazione da condividere tra noi blogger e da aggiungere al post precedente (il cui invito a maggior ragione rimane valido). Avevamo polemizzato sulla frase
"Pubblichiamo la carta dei valori redatta dal comitato dei quindici saggi, che ora passerà al vaglio dei leader dell'Ulivo."

Bene ora quella frase è scomparsa dal sito dei DS. Un pò di merito, insieme al tanto che va ad Alessandro Gilioli per averne scritto su L'Espresso, ce lo prendiamo.

E poi c'è chi dice che i blog non servono a fare politica!

sfoglia
febbraio   <<  1 | 2  >>   aprile